L’avvelenamento de El Salto, Jalisco

Condividiamo questo materiale (Video, Testo, Foto, Audio) raccolto durante una visita al municipio de El Salto, lo scorso dicembre 2013.

Un testo in italiano sulla situazione del Salto, municipio dello stato di Jalisco, Messico, che si trova nella zona metropolitana di  Guadalajara. Questa citta paga le conseguenze ambientali e di salute della grande crescita industriale degli ultimi decenni e dell’inquinamento conseguente. SCARICA IL PDF

Qui potete vedere delle FOTO del Salto

Qui si possono ascoltare e scaricare gli AUDIO

(Español) OtraEuropaInfo 12

La Otra Europa Info es un palabra que viene volando desde Europa, la de abajo, la que lucha contra el poder. Es una transmisión radio creada colectivamente por los compañeros y las compañeras de los colectivos libertarios de la Plataforma Internacionalista por la Resistencia y la Autogestión Tejiendo Autonomías – PIRATA, que viven y se organizan en diferentes lugares de Europa.

En la Otra Europa Info tomamos algunas de las noticias de los movimientos más relevante del los últimos meses para contar nuestras luchas y tratar de construir este puente entre México y Europa que llamamos REBELDIA”.

En esta edición de La Otra Europa Info escucharemos:

España- Pais Basco- Libertad para el preso politico Lander Fernandez Arrinda

Italia- Sicilia- Las antenas del MUOS, otro proyecto de muerte

España- Catalunya- Motin en el penal de Cuatro Camins

Desde Rusia- El caso de las Pussy Riot

Italia- Visita de Ignacio Del Valle en el Valle de Susa

Alemania- Centro de refugiados y la extrema derecha en Berlin

y la profundicacion sobre la situacion en Grecia con un compañero anarquista

MESSICO: sugli arresti del primo settembre e su come supportare gli arrestati.

pajaritosDomenica 1 settembre, durante le mobilitazioni contro la riforma educativa e la presentazione del primo rapporto del governo illegittimo di Enrique Peña Nieto a Città del Messico, sono state arrestate arbitrariamente sedici persone, alcune delle quali fanno parte di collettivi libertari e di comunicazione alternativa.

Per neutralizzare le azioni di solidarietà’ per i/le detenuti/e, la strategia del Governo del DF (Distretto Federale) ha sparpagliato questi ultimi in quattro diversi ministeri pubblici, situati lontano dal centro della città’, dove hanno avuto luogo gli arresti. Rendendo cosi’ più’ complicato per i compagni ricevere consulenza legale.

I reati di cui sono accusati sono diversi: attacchi contro la pace pubblica (utilizzo di sostanze tossiche, incendio, inondazione o violenza estrema), resistenza all’arresto, possesso di oggetti atti ad attaccare, impedimento del legittimo esercizio dell’autorità e oltraggio all’autorità.

Esistono video e foto che dimostrano che gli arresti sono avvenuti senza che ci fosse flagranza di delitto e che tutte le accuse che vengono mosse sono chiaramente false.

http://subversiones.org/archivos/12189
https://vimeo.com/73590423
https://vimeo.com/73681563
https://vimeo.com/73877015

I delitti per cui sono stati accusati non sono considerati gravi, così che nella giornata di martedì 3 settembre nove dei e delle detenute sono stati liberati in seguito al pagamento di una cauzione. Tuttavia il processo nei loro confronti resta aperto.

I nove sono:
1.- Ana Berenice de la Cruz Cortés – Studente di Comunicazione
2.- Estela Morales – Locutrice di Regeneracion Radio
3.- Alejandro Amado Frausto – Giornalista indipendente
4.- Silvia Colmenaro – Poeta e studente di Filosofia e Lettere
5.- Ángel Francisco Hernández Lezama – Minorenne
6.- Jesús Uriel López Ramírez – Minorenne
7.- José Eduardo Alonso Vigueras- di 21 anni
8.- Marco García Alatorre – Studente di 22 anni
9.- José Luis García Arce

Per i restanti sette le cose vanno diversamente: il pomeriggio del 3 settembre amici e familiari riescono a raccogliere il denaro necessario e viene pagata una cauzione di 23,500 pesos messicani (oltre 1300 euro) per 4 degli arrestati: Julián Humberto Luna Guzmán, Gustavo Ruiz Lizarraga, Pavel Alejandro Primo Noriega, Juan Daniel Velázquez.

Nonostante l’effettuato pagamento della cauzione, l’incompetenza e la mancata volontà’ delle autorità’ giudiziarie di liberare i detenuti provoca il trasferimento di quest’ultimi dal Ministero Pubblico di Milpa Alta al Reclusorio Sur.

Mercoledì 4 settembre la cauzione per Gustavo Ruiz Lizárraga (Flux) e Juan Daniel Velazquez Peguero viene aumentata da 23,500 a 126,476 pesos messicani (oltre 7000 euro) e probabilmente la stessa sorte toccherà a tutti quelli che sono stati arrestati.

I sette che sono stati trasferiti al Reclusorio Sur sono:
1.- Jesse Alejandro Montaña Sánchez “Jamspa”
2.- Omar Berinstain Montiel, 19 anni
3.- Gabriel Carrión Soto, 19 anni
4.- Gonzalo Amozurrutia Nava
5.- Gustavo Ruiz Lizárraga, dell’Agenzia Indipendente SubVersiones
6.- Pavel Alejandro Primo Noriega, di Multimedios Cronopios
7.- Juan Daniel Velazquez Peguero

Dopo le giornate del 1 dicembre 2012 e del 10 giugno 2013, caratterizzate da un gran numero di arresti arbitrari, gli avvenimenti del primo di settembre confermano che è iniziata una nuova battaglia da parte di Enrique Peña Nieto e del governo di Città del Messico per eliminare il diritto all’informazione e alla libertà di espressione, in cui media liberi e giornalisti indipendenti vengono presi di mira come fossero criminali.

VI CHIEDIAMO DI DIFFONDERE IL PIÙ’ POSSIBILE LA NOTIZIA SULLA SITUAZIONE E CHIEDIAMO LA VOSTRA SOLIDARIETÀ’, IN QUALSIASI MODO VI E’ POSSIBILE.

Per i compagni dei mezzi di comunicazione indipendenti Gustavo Ruiz Lizarraga e Pavel Alejandro Primo Noriega, il numero di conto è:

Banco Santander Serfín

Brenda Anaid Piña Burgoa

CONTO 56591607217

CHIAVE 014180565916072175

SWIFT 021000021

Per gli altri detenuti:

Banamex sucursal

Jose de Jesús Maldonado Alva

Numero di conto 28770771

Chiave 002180700628770710

Panoramica sul Messico [Prima Parte]

Leggi, scarica, diffondi il PDF

IL RITORNO DEL PRI ED ENRIQUE PEÑA NIETO

Dopo le elezioni del luglio 2012, il 1° dicembre scorso ha preso ufficialmente il potere Enrique Peña Nieto (EPN), candidato presidenziale del PRI, partito il cui stesso nome rappresenta un ossimoro (Partito Rivoluzionario Istituzionale) e che ha monopolizzato la vita messicana per ben 70 anni, dal 1929 al 2000, essendo di fatto il partito politico più longevo della storia fino ad oggi, senza essere mai stato propriamente una dittatura.

Regreso-del-pri Il dinosauro PRI torna al potere dopo appena 12 anni, forte dei disastrosi mandati di Fox e Calderón, entrambi del PAN (Partito di Azione Nazionale); due legislature nefaste segnate, tra l’altro, dalle migliaia di morti e desaparecidos della cosiddetta guerra al narco1.Con il ritorno del PRI riemergono retoriche e pratiche – in ogni caso mai scomparse durante i governi panisti – proprie del modus operandi del partito, legato da sempre agli interessi dei grandi proprietari terrieri, degli investimenti stranieri, e artefice di un clientelismo in grado di arrivare fin negli angoli più remoti del paese, nonché di un fascismo latente che disprezza i nativi in nome di un Messico bianco e moderno. Continue reading

OTRA EUROPA INFO 11

En esta edición de LA OTRA EUROPA INFO escucharemos:

Roma: Carta de Solidaridad al compañero Mario

Milán: Dax, diez años sin ti, diez años con ti

Paris: el encuentro de Europa Zapatista

Madrid: Gabriel Pombo da Silva vuelve a estado español

Berlín: ciudad de Represión y Reacción

y la profundización: Nápoles: historias de ordinaria basura

(audio, español, 1h 6′ 48”)

 Escucha, descarga, difunde

PIRATA all’Acrobax (Roma)

 

Dalle 19.00 proiezioni video “Tessendo Autonomie” a cura di Piattafoma LaPirata

Video della Marcia Zapatista del Silencio

Apericena messicana

Dalle 20.30 dibattito MEXICO EN REBELDIA insieme a: -Vittorio Sergi autore di ” il vento dal basso, nel Messico della rivoluzione in corso”

-Collegamenti dal Chiapas

- A seguire selezioni musicali a cura di La Esquina del Soul- ondarossa.info Continue reading

10 gennaio PIRATA allo SKA (Na)

Giovedì 10 gennaio dalle ore 19.00

Proiezione del documentario Tessendo Autonomie a cura de la P.I.R.A.T.A

Alle ore 20.00 – dibattito pubblico e aggiornamenti sulla questione indigena e la lotta degli indigeni zapatisti per l’autonomia del popolo zapatista

L’intero dibattito sarà trasmesso in diretta su Radiodimassa – http://www.inventati.org/radiodimassa

Durante l’incontro sarà possibile acquistare prodotti realizzati dai prigionieri politici della OTRA CAMPANA per info e contatti loska@inventati.org

http://www.inventati.org/radiodimassa/2013/01/05/radiodimassa-incontra-la-p-i-r-a-t-a-aqui-estamos/

Digna Radio 8

E’ online la nuova trasmissione in italiano di Digna Radio, radionotiziario di analisi sulle lotte dal basso in Messico, realizzato dai collettivi della Pirata.

In questa ottava edizione di Digna Radio parliamo di:

1. Continuna la violenta scalata di aggressioni contro le comunità zapatiste.

2. Il ritorno del dinosauro PRI e le resistenze.

3. Oaxaca, il caso di Alvaro Sebastian Ramirez e la lotta nella regione Loxicha.

4. Guerrero, il contropotere della polizia comunitaria.

5. Aggiornamenti sulla situazione dei prigionieri politici.

Ascolta, scarica e diffondi: http://archive.org/details/Digna_Radio-08

Lingua:italiano Durata: 50′ Continue reading