[Marocco] Viaggio 2012: Riassunto all’osso

Volendo condensare in davvero poche parole il viaggio fatto..
Ad Aglou l’internet point gratuito con SO xubuntu installato da noi l’anno scorso e gestito dall’associazione sportiva e culturale Ichaa Takafi, è aperto 2 volte a settimana, ci sono 2 ragazzi di 14 anni che gestiscono i pc e la comunità se ne dice soddisfatta. Il LUG (linux user group) Alis di Tiznit vi tiene inoltre dei corsi alla domenica.
Continue reading

تيزنيت : تقنيات الاعلام والاتصال في خدمة التنمية

Video sull’incontro regionale dell’ 11 marzo a Tiznit!


GUARDALO QUI!

Sito Azadrar che ha realizzato il video [in arabo]

[Marocco] Report 28 e 29 febbraio

Martedi 28 febbraio lo sparuto gruppo di Nomads Marocco ha raggiunto la comunità rurale di Aglou tramite bus e bici, qui siamo stati accolti alla cooperativa Spinoza di produttrici di olio di Argan (ex associazione Tamounte) e con loro e un membro dell’ associazione Ichaa Takafi, dove ha sede il laboratorio informatico, ci siamo accordati sulle attività dei prossimi giorni.
Continue reading

Progetto Nomads Marocco 2012

Il comune di Aglou si trova in zona costiera ad una quindicina di kilometri dalla cittadina di Tiznit, capitale berbera dell argento a sud di Agadir . Da qualche anno si é assistito in queste zone a una cementificazione delle coste e uno stravolgimento del territorio legato all espandersi di un certo tipo di turismo che vorrebbe definirsi prestigioso . Questo fenomeno é evidente dalla struttura di Aglou, che è composto da 5 villaggi, di cui 4 veramente abitati e un quinto, Aglou plage, che é un sobborgo turistico composto da villette e camping e frequentato stagionalmente da turisti marocchini delle città del nord e da europei .
Continue reading

[Marocco] Partenza!

Come preannunciato quest’anno il gruppo nomads marocco è molto ristretto ma con tantissime cose da fare!
Siamo partiti in tre il 27 febbraio da Malpensa con a seguito tre biciclette che verranno in ultima tappa donate alla comunità di Bouzamma.
Quindi arrivati all’areoporto di Marrakech abbiam montato le “temporaneamente nostre” biciclette e siamo andati a ritrovare la città, che ci ha dato il consueto e rumoroso benvenuto.

Continue reading